domenica 24 maggio 2015

Torta di mele

La torta classica più buona che ci sia...la torta di mele! E anche questa domenica ci siamo coccolati a colazione...

T o r t a   d i  m e l e

Ingredienti:
125 g burro morbido
125 g zucchero
3 uova
2 cucchiai di rum
1 pizzico di sale
150 g farina 
50 g amido di mais
1/2 bustina di lievito in polvere
2 cucchiai di latte
una spolverata di cannella
semi di vaniglia

2-3 mele
mandorle a lamelle
q.b. zucchero di canna


Imburrare e infarinare lo stampo a cerchio apribile Le Creuset diam. 26 cm. Accendere il forno a 170°C.
Nella planetaria con la foglia, o con le fruste elettriche, montare il burro morbido con lo zucchero e il sale. Quando il composto sarà ben spumoso, aggiungere le uova una alla volta, poi il rum, la cannella in polvere e i semi di vaniglia.
Setacciare insieme farina, amido e lievito e aggiungerli al composto, continuare a mescolare fino ad ottenere un composto omogeneo e versarlo nella teglia.

 

Sbucciare le mele, tagliarle a metà e togliere il torsolo, fare delle incisioni con un coltello sulla parte superiore e sistemarle a raggiera sulla torta. Cospargere con mandorle a lamelle e a piacere con 1-2 cucchiai di zucchero di canna. Cuocere per circa 40 minuti.

Le Creuset: Set Tea for 2 - Tortiera rotonda apribile
Spolverare con zucchero a velo.



giovedì 21 maggio 2015

Paris-Brest di Philippe Conticini

Ho aspettato tanto per provare questo dolce, il maritino me l'aveva chiesto un pomeriggio a Parigi di quasi un anno fa, perciò comprai il libro di Conticini "The best of" e in seguito nocciole e pasta nocciole di qualità...
Il compleanno è arrivato, non potevo più rimandare...
Provatelo, non ho parole per descrivervi la bontà! Chi ha avuto la fortuna e la gioia di andare nella sua pasticceria, riconoscerà i suoi stecchini ferma-dolce gelosamente conservati :)

P a r i s - B r e s t
di Philippe Conticini

Per la pate a crumble:
40 g burro morbido
50 g zucchero
50 g farina 00
1 pizzico di sale

Nella planetaria mescolare farina, zucchero e sale, aggiungere il burro morbido e  mescolare con la foglia a velocità media fino ad ottenere un composto omogeneo. Stenderlo tra due fogli di carta forno con il matterello allo spessore di 2 mm e far raffreddare in frigorifero fino a indurimento.

Per la pasta choux:
125 g acqua
2 g sale
2 g zucchero
60 g burro
80 g farina 00
125 g uova

Accendere il forno, preferibilmente statico, a 180°C. (A me è ventilato ma va bene comunque).
In una casseruola far bollire acqua, sale, burro e zucchero. Fuori dal fuoco aggiungere tutta in una volta la farina setacciata, mescolare con una spatola, rimettere sul fuoco e far asciugare il composto su fiamma bassa per circa 2 minuti. Mettere l'impasto nella ciotola della planetaria, stenderlo sulle pareti e lasciarlo raffreddare qualche minuto, mettere la foglia, azionare la planetaria per far raffreddare ancora l'impasto e aggiungere una alla volta le uova leggermente sbattute. Con l'aiuto di un sac a poche, mettere l'impasto nelle semisfere di silicone diam. 4 cm Silikomart e congelare.
Una volta congelate, disporre 8 semisfere a cerchio su una teglia imburrata seguendo il disegno in basso, poggiare su ognuna un dischetto di pate a crumble da diam. 3-4 cm e cuocere in forno per circa 35-40 minuti. Far raffreddare completamente.




Per il pralinato:
300 g nocciole
300 g mandorle
400 g zucchero
100 g acqua

Scaldare su una teglia in forno a 150°C le mandorle e le nocciole. Mettere in una casseruola acqua e zucchero e portare a 116°C, aggiungere la frutta secca calda e mescolare sempre fino a quando sarà ricoperta di un bel velo dorato di caramello.
Far raffreddare completamente su un foglio di silicone.
Tritare finemente con un cutter fino ad ottenere una pasta fluida.
Versare il pralinato negli stampi in silicone  a semisfera dia diam. 3 cm Silikomart e congelare.

Si può preparare metà dose, oppure dose intera e quello che avanza si conserva in un vasetto ben chiuso e si può utilizzare per aromatizzare crema, panna, gelati.


Per il cremoso al pralinato:
2 g gelatina in fogli
155 g latte
2 tuorli
30 g zucchero
15 g amido di mais
80 g pralinato*
70 g burro

Mettere in ammollo la gelatina e portare a bollore il latte in una casseruola. In una ciotola mescolare a mano con una frusta tuorli, zucchero e amido, versare sopra metà del latte, mescolare, versare il tutto nel latte rimanente nella casseruola e portare a cottura.
Togliere dal fuoco, aggiungere la gelatina strizzata e il pralinato (*io ho messo 60 g di pralinato e 20 g di pasta nocciole). Quando la crema raggiunge i 35°C , aggiungere il burro freddo e mescolare con la frusta a mano.
Far raffreddare in frigorifero per un'ora, poi montare a media velocità con le fruste per circa 3 minuti.

Per il montaggio:
Tagliare a metà molto delicatamente con un coltello ben affilato la corona di pasta bignè, con l'aiuto di un sac a poche con bocchetta liscia mettere uno spuntone di cremoso su ogni pallina, poggiare sopra una semisfera di pralinato congelata, coprire con uno spuntone generoso di cremoso e coprire con la pasta bignè.
Spolverare con poco zucchero a velo.

 





mercoledì 13 maggio 2015

Torta chiffon limone e miritilli

Sofficissima, velocissima, buonissima...a me la chiffon fa impazzire! Buona colazione a voi!

Torta chiffon
limone e mirtilli

Ingredienti per uno stampo da angel food diam. 25 cm:
190 g farina 00
200 g zucchero
10 g lievito in polvere
1 pizzico di sale
4 uova
1 bottiglietta (125 ml) Nettare Mirtillo Nero Rigoni di Asiago
80 g olio di semi di mais
scorza grattugiata di 1 limone
1 cucchiaio di limoncello
7 g cremor tartaro

Per decorare:
1 limone
q.b. zucchero a velo
1 confezione di mirtilli freschi
zuccherini al limone Silikomart

Accendere il forno a 160°C.
Separare i tuorli dagli albumi. Setacciare farina e lievito e mescolarli in una ciotola insieme a zucchero e sale.
Al centro mettere i tuorli, l'olio, il nettare di mirtillo, la scorza di limone e il limoncello, mescolare con le fruste elettriche fino ad ottenere un composto omogeneo.
A parte montare a neve ferma gli albumi con il cremor tartaro e aggiungerli al composto precedente in 2-3 volte, mescolando con una spatola.
Versare nello stampo, nè imburrato nè infarinato, cuocere a 160°C per 50 minuti, fare prova stecchino, dovrà uscire asciutto.
Far raffreddare la torta nello stampo capovolto per almeno 5-6 ore.
Staccare poi delicatamente dallo stampo passando una lama, decorare con una spolverata di zucchero a velo oppure con una ghiaccia preparata mescolando il succo di un limone con zucchero a velo setacciato, decorare con mirtilli freschi e zuccherini al limone.




martedì 12 maggio 2015

Amor Polenta

Amo le torte semplici, profumate, da gustare con il tè o il caffè...
Dopo aver visto l'espressione del maestro Santin in "Dolcemente con..." mentre assaggia questo dolce preparato da Giovanni Pina, non potevo non provarla...

AMOR POLENTA
di Giovanni Pina

Ingredienti per due torte da 600 g:
250 g burro morbido
140 g tuorli
75 g uova
10 g Mielbio Arancio Rigoni di Asiago
140 g zucchero a velo
100 g albume
140 g zucchero semolato
125 g farina 00
100 g farina di mais fine
100 g fecola di patate
3 g lievito
25 g rum

Accendere il forno a 160°C, imburrare e infarinare uno stampo da zuccotto in alluminio oppure utilizzare delle semisfere di silicone.
Lavorare in planetaria con la foglia il burro morbido con il miele e lo zucchero a velo setacciato. Inserire a filo i tuorli  e poi le uova. Setacciare lievito, farina 00 e fecola e mescolarli insieme alla farina di mais.
A parte montare gli albumi aggiungendo in tre volte lo zucchero semolato.
Lavorare con la spatola il composto al burro aggiungendo le polveri un pò per volta, alternandole con gli albumi montati. Infine aggiungere il rum e mescolare.
Mettere il composto in un sac a poche con bocchetta liscia, riempire lo stampo per 3/4, con la spatola creare un incavo al centro, in maniera tale che non si sollevi troppo in cottura.
Cuocere per circa 60 minuti, fare prova stecchino.
Una volta raffreddato, spolverare con zucchero a velo. Chiuso in un sacchetto si conserva anche per un mese.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...