giovedì 4 ottobre 2018

Gemma di stelle

Un dolcetto super goloso per il mio onomastico, una namelaka al cioccolato bianco che avvolge i biscotti pan di stelle farciti di Nocciolata Rigoni di Asiago. Lo stampo è il bellissimo mini Gemma Silikomart.

Gemma di stelle
Namelaka, pan di stelle e Nocciolata

Per la namelaka al cioccolato bianco:
170 g cioccolato bianco
200 g panna liquida fresca
100 g latte
5 g sciroppo di glucosio
2 g gelatina in fogli
10 g acqua

Spezzettare il cioccolato e fonderlo a bagnomaria o nel microonde. Ammollare la gelatina in un recipiente con l'acqua fredda.
In una casseruola portare a bollore il latte, aggiungere lo sciroppo di glucosio e la gelatina con la sua acqua. Versare lentamente un terzo della miscela sul cioccolato fuso. Con una spatola mescolare energicamente descrivendo piccoli cerchi. Mescolare ancora un altro terzo, mescolare e infine l'ultimo terzo sempre mescolando. Aggiungere la panna fredda e lisciare con un frullatore a immersione. Lasciare cristallizzare in frigorifero per una notte.

Per la glassa lucidissima vedi qui

12 biscotti pan di stelle
q.b. latte
q.b. Nocciolata Rigoni di Asiago

Per il montaggio: montare la namelaka lucida, deve rimanere abbastanza morbida, mettere in sac a poche e riempire lo stampo Mini Gemma Silikomart, lasciando 1 cm dal bordo.
Spennellare i biscotti con poco latte, farcire con Nocciolata e chiuderli tipo sandwich. Metterli all'interno dello stampo premendo, fino ad arrivare a bordo stampo, pulire il bordo da eventuale namelaka fuoriuscita.
Congelare. Togliere le mini gemme dagli stampi, sistemarle su una griglietta e glassarle con la glassa riscaldata a 37°C. Decorare con stelline di zucchero e biscotti pan di stelle.


venerdì 27 luglio 2018

Cheesecake con chantilly alle pesche

La mia prima torta moderna da mamma... Non è semplice adesso conciliare la vita da mamma con la mia passione per i dolci, i ritmi sono cambiati però, per festeggiare il compleanno della mia mamma e il terzo mese della mia bimba, sono riuscita a ritagliarmi un pò di tempo durante i momenti di nanna. Il bello delle torte moderne è proprio quello di poter fare i vari passaggi in tempi diversi.
In questi dolci ho utilizzato una ricetta di pasta genovese buonissima tratta dalla rivista Fou de Patisserie Maggio-Giugno 2018, è talmente leggera e spugnosa che non sarebbe neanche necessaria la bagna, però questa bagna alla pesca dà un tocco in più al dolce.
Crema cheesecake e chantilly invece sono di Luca Montersino, vi consiglio di provarle, sono semplicissime, veloci e buone da morire.
Gli stampi in silicone sono Silikomart creati in collaborazione con Ksenia Penkina, cercatela su Instagram, i suoi dolci e le sue glasse sono davvero spettacolari!

Gemma cheesecake ai frutti di bosco
con chantilly alle pesche

Per la pasta genovese:
110 g uova
65 g zucchero
14 g burro
62 g farina

Fondere il burro. Mescolare uova e zucchero e riscaldarli a bagnomaria fino a 45°C, togliere dal fuoco e montare molto bene con le fruste elettriche. Aggiungere il burro fuso, mescolare con una spatola e infine aggiungere la farina setacciata, mescolando delicatamente.
Cuocere in cerchio diam. 15 cm imburrato e infarinato in forno preriscaldato a 180°C per circa 10-15 minuti.
Quando sarà fredda, ricavare due dischi.


Per la crema cheesecake:
3,5 g gelatina in fogli
17,5 g acqua
55 g ricotta di pecora
28 g yogurt greco
55 g formaggio Philadelphia
35 g zucchero
175 g panna liquida fresca
q.b lamponi e fragoline di bosco

Ammollare la gelatina nell'acqua. Nel frattempo mescolare con le fruste elettriche ricotta, yogurt, formaggio e zucchero.
In un pentolino sciogliere a fiamma bassa acqua, gelatina e circa due cucchiai di panna, aggiungere al composto precedente e mescolare bene con le fruste.
Montare la panna e aggiungerla al composto precedente insieme a lamponi e fragoline, mescolando delicatamente.

Per la chantilly alle pesche:
125 g pesche
25 g zucchero
188 g panna liquida fresca
4 g gelatina
20 g acqua

Ammollare la gelatina nell'acqua. Frullare la frutta, scaldarne metà e aggiungere la massa di gelatina, aggiungere il resto della polpa di frutta fredda. Montare la panna e aggiungere il composto di frutta.

Per la bagna alle pesche:
q.b. Fiordifrutta pesche Rigoni di Asiago
q.b. acqua

Scaldare 4 cucchiai circa di Fiordifrutta con 2 cucchiai di acqua.

Montaggio: in un cerchio diam. 14-15 cm rivestito di acetato montare la cheesecake alternando i dischi di pasta genovese con bagna alle pesche e crema cheesecake, congelare.
Mettere all'interno dello stampo Gemma Silikomart la chantilly alle pesche, inserire al centro la torta cheesecake congelata e congelare il tutto per una notte.
Estrarre la torta ancora congelata dallo stampo e rivestire con burro di cacao spray, decorare a piacere con meringhe, confetti e cuoricini di pesca.

Per le Mini Gemma Silikomart ho utilizzato solo pasta genovese con bagna alle pesche e crema cheesecake con lamponi e fragoline. La glassa rosa la trovate qui, con colorante rosa gel e argento perlato in polvere al posto del giallo e dorato.




 




martedì 26 giugno 2018

Crostata nocciole e albicocche

Ritorno sul blog con una ricetta semplice semplice ma molto saporita.
Qui in Campania l'abbinamento nocciole e albicocche è molto diffuso e i migliori pasticcieri sanno creare delle vere delizie con questi due ingredienti, in particolare le nocciole di Giffoni e le albicocche pellecchielle del Vesuvio.
Buona e sana colazione a voi, noi adesso siamo in tre e le colazioni hanno un sapore ancor più dolce...

Crostata con frolla alle nocciole
e confettura di albicocche

Ingredienti:
100 g zucchero di canna Zefiro
1 uovo grande
1 tuorlo
80 g olio di semi di arachidi
260 g farina 00
100 g farina di nocciole
1 cucchiaino di lievito in polvere
1 pizzico di sale

In planetaria con la foglia, o in una ciotola, mescolare zucchero, uovo, tuorlo e olio, aggiungere poi la farina di nocciole e il sale. Setacciare insieme farina 00 e lievito e aggiungerli tutti in una volta al composto, mescolare brevemente fino ad ottenere un impasto omogeneo. Formare un panetto, avvolgerlo in carta forno o pellicola e riporlo in frigorifero.
Imburrare o oliare con un pennello uno stampo da crostata antiaderente, possibilmente con fondo amovibile. Stendere la pasta frolla alle nocciole con un matterello su un piano infarinato allo spessore di circa 3 mm, foderare lo stampo, tagliare l'eccesso sui bordi, bucherellare il fondo con una forchetta, versare Fiordifrutta e sistemare sopra le strisce di pasta frolla. A piacere lungo i bordi mettere poca granella di nocciole.
Cuocere in forno preriscaldato a 170°C  per circa 30 minuti.


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...